A giudicare da quello che ho sentito in giro pare che quest’anno il clima natalizio non sia particolarmente sentito, o almeno non come gli altri anni.

Non posso dire di non condividere questa affermazione, il mio prepararsi al Natale è stata un’incontrollata corsa ad accaparrare i regali giusti per le persone giuste (con conseguente stress e arrabbiatura quando non riuscivo a trovare qualcosa di convincente).

Coloro che seguivano il vecchio blog probabilmente avranno almeno intuito le mie posizioni riguardo la Chiesa e le sue Dottrine, tuttavia voglio condividere con i (pochi) lettori che passano di qua più o meno per sbaglio una riflessione nata proprio durante la messa di Natale di mezzanotte.

Cercherò di “depurare” questo pensiero da qualsivoglia riferimento alla religione, perchè anche la mia parte agnostica ha condiviso fino in fondo ogni più piccolo concetto, che dovrebbe poter solleticare anche le menti degli ateisti agnostici1.

Con l’intento di una qualsiasi persona adulta che abbia intenzione di scrivere una lettera a Babbo Natale (e con il tentativo [mio] di romanzare ulteriormente la cosa), il testo recitava2 più o meno così…

Continua >

Note all’articolo:

  1. cfr. Wikipedia
  2. Liberamente riadattata dalla predica tenutasi a Pessano Con Bornago – Messa di mezzanotte 25/12/2008

——–